Home Page UniPrestiti

 Home page | Carte di Credito | Mutuionline | Mappa del sito | Chi siamo | Contatti | Privacy | Feed Rss

Credito al consumo definizione e andamento credito consumo al 2016

Il credito al consumo la sua definizione e l'andamento del credito a consumo



La definizione di credito al consumo in senso stretto è gia stata descritta quando abbiamo definito quella dei prestiti al consumo che coincide con questa. Comunque, riassumento brevemente, ridiamo la definiziona di credito al consumo di wikipedia secondo la quale si intende qualsiasi attività di credito a favore di persone fisiche e famiglie con la finalità di sostenere i consumi di queste. Da questa definizione si ricava, a contrario, tutto quello che non è credito al consumo: fondamentalmente sono esclusi tutti i crediti destinati per lavorare cioè i beni o le cose strumentali a qualunque lavoro; sono esclusi altresì i mutui, tranne quelli per liquidità e qualsiasi forma di credito destinato alle società e in genere alla persona giuridica. In poche righe riposa la definizione di credito a consumo in linea che è ricalcata dalla normativa di riferimento.

Prima di accennare l'andamento del credito al consumo delineamo il suo funzionamento. I consumatori hanno accesso al credito sostanzialmente attraverso due canali: A) attraverso erogazioni di denaro in contanti da parte di banche e società finanziarie che può avvenire in diversi modi (prestiti personali, cessioni, carte revolving, scoperto di conto, ecc. che prendono il nome di prestito personale al consumo; B) tramite l'acquisto diretto di un bene o servizio presso esercenti che hanno convenzioni con società di credito al consumo talchè quest'ultime versano una tantum il prezzo all'esercizio commerciale convenzionato che il consumatore pagherà in modo dilazionato all'istituto erogante e noto come prestito finalizzato al consumo



Ora una breve analisi dell'andamento del credito al consumo in Italia. Anzitutto, l'andamento viene statisticamente monitorato da vari osservatori, in particolare da quello dell'Assofin che è l'associazione che riunisce le sociètà che operano nel comparto del credito al consumo ed immobiliare in Italia. Quest'ultimo, com'è logico, è fortemente influenzato dalla corrente recessione la quale incide sull'intero mercato del credito al consumo in modo negativo. Ma vediamo come, iniziando da un excursus degli ultimi anni, e prendendo in considerazione il primo decennio del 2000: precisamente il periodo che va dal 2001-2002 al 2008-2009 e nel quale vi è stato un vero e proprio boom del credito de quo con un incremento del 150% circa solo in Italia.

Un prima battuta d'arresto o crollo, coincidente con la crisi, l'abbiamo nel 2009 con il -11%, che continua ad accentuarsi nel primo semestre del 2010 a -5% e così sarà per tutto il 2010, ma, come da previsioni, il calo dei consumi è proseguito anche per il triennio 2011 - 2014. La crisi non ha salvato neanche buona parte del 2014. Quello che è sicuro è che, a livello settoriale, la peggio l'hanno avuta le auto che hanno toccato il fondo con un -15%. Un barlume di ripresa si è avuta nella fine del 2014, soprattutto nel prestito personale, la quale ripresa è stata confermata nel 2015. Circa le previsioni per il 2016 sono moderatamente ottimistiche grazie soprattutto alla formule con vendite rateali con restituzione e/o sostituzione del bene dopo 2-3 anni. Inoltre, Se i consumatori se la passano male, anche gli operatori del settore non ridono: il lavoro nel credito al consumo cioè presso le società finanziarie non è fluido come una volta e lavorare presso le stesse è diventato più complesso. Tutta la situazione teste descritta è visionabile in un grafico nel quale è indicato l'andamento del mercato del credito al consumo che va dal periodo nel quale ebbe inizio la crisi fino al recente 31 dicembre 2015: grafico e andamento credito al consumo in italia



Risorse sulla direttiva credito al consumo + normativa: normativa sui prestiti finanziamenti e sul credito al consumo | art. 18 legge 142 1992 | art. 19 legge 142 1992 | art. 20 legge 142 1992 | art. 21 legge 142 1992 | art. 22 legge 142 1992 | art. 23 legge 142 1992

Credito al consumo 2016

Finanziamento e prestito
Mutuo e prestito
Legge sui prestiti
Prestiti al consumo
Credito al consumo
Piccoli prestiti
Piccolo microcredito
Contratto di prestito
Prestito tra privati
Richiesta prestiti
Preventivi prestiti
Prestito finalizzato
Prestiti personali
Calcolo prestiti personali
Tassi antiusura prestiti
Tassi interessi prestiti
Calcolo interessi prestito
Prestito senza interessi
Prestiti tasso zero
Ammortamento rate prestito
Interessi preammortamento
Calcola rata prestito
Calcolo taeg isc prestito
Estinzione prestito
Calcolo estinzione prestito
Simulazione prestito
Prestiti giovanili
Prestito d'onore
Prestiti a fondo perduto
Prestiti agevolati
Prestito moto
Prestiti auto
Cessione del quinto
Prestiti delega
Prestito inpdap
Prestiti garantiti
Prestiti a pensionati oltre 75 80 anni
Prestito vitalizio
Prestiti liquidità
Prestito casa
Prestiti statali
Prestiti a dipendenti
Prestiti autonomi
Prestiti commercianti
Prestiti artigiani
Prestito senza busta paga
Prestiti casalinghe
Prestiti a disoccupati
Prestiti a studenti
Prestiti cambializzati
Prestiti con cambiali
Prestito obbligazionario
Prestito subordinato
Prestiti bancari
Prestiti finanziarie
Prestiti cattivi pagatori
Prestiti a protestati
Prestiti a pignorati
Prestiti rapidi
Prestiti veloci
Prestiti immediati
Prestito ipotecario
Prestito chirografario
Prestiti facili online
Prestiti convenienti
Prestiti su pegno
Prestito sociale
Prestiti personalizzati
Prestiti consolidamento debiti
Prestiti extracomunitari
News sui finanziamenti

Aggiungi UniPrestiti.com tra i siti preferiti | Imposta UniPrestiti.com come tua Home Page  

UniPrestiti.com® è registrato © 2010 - Tutti i diritti riservati - Uni Prestiti on line non è un giornale informatico e viene aggiornato
in base alle novità in materia di credito e finanziamenti online | Xml site map | Per maggiori info consulta le note di esonero e legali